Austenitizzazione

Riscaldamento dell’acciaio per assumere struttura austenitica.

L’austenitizzazione consiste nel riscaldare l’acciaio fino a temperatura superiore al punto A₃ del diagramma ferro-carbonio. Questa temperatura permette all’acciaio di sviluppare struttura austenitica al suo interno, che può essere totale (austenitizzazione completa) o parziale con compresenza di ferrite (austenitizzazione parziale).

L’austenitizzazione rappresenta spesso il primo stadio di altri trattamenti termici, infatti per rendere stabile la struttura austenitica a temperature inferiori è necessario raffreddare il materiale velocemente: in base a questa velocità cambiano le proprietà meccaniche dell’acciaio e la struttura cristallina, ad esempio garantendo buona durezza e resistenza meccanica con la formazione di martensite, o durezza minore ma elevata duttilità con la formazione di Perlite e Ferrite.

Utilizzi

Il processo di austenitizzazione modifica la composizione del grano cristallino dell’acciaio, donando una struttura austenitica allo stesso.

Forni Consigliati
Vantaggi
  • Aumento della durezza e resistenza meccanica o aumento della duttilità
  • Svantaggi
  • Aumento della fragilità o diminuzione della resistenza